Sei qui: Home Biblioteca-Informagiovani Biografia Giovanni De Lazara

Biografia Giovanni De Lazara

PDF  Stampa  E-mail 

Notizie certe sulla famiglia De Lazara, appartenente alla più antica aristocrazia padovana, si hanno a partire dal 1080, anno in cui due suoi esponenti furono ammessi all’ordine senatorio e consolare della Repubblica padovana. Parteciparono attivamente alla vita politica e sociale di Padova formando ambasciatori, magistrati, giudici, uomini d’arte e di cultura. Nei secoli la famiglia si è suddivisa in vari rami di cui il più importante è quello denominato "di S. Francesco" il cui ricchissimo archivio, conservato nel Palazzo Malmignati, è stato affidato nel 1990 alla Biblioteca di Lendinara. Fra i numerosi documenti spicca il carteggio di Giovanni De Lazara, cavaliere di Malta, nato a Padova nel 1744. Fu un grande bibliofilo, conoscitore d’arte e appassionato collezionista di stampe antiche. Nel 1793 fu nominato ispettore e sovrintendente alle pitture padovane e del circondario. Si dedicò per qualche tempo anche alla vita politica con tendenze filofrancesi e giacobine e ricoprì anche la carica di municipalista. Ricchissimo è il suo epistolario da cui si evincono i suoi numerosi interessi e i fitti rapporti con gli intellettuali dell’epoca tra cui Pietro Brandolese, Leopoldo Cicognara, Mauro Boni, Leonardo Trissino e molti altri. Di particolare importanza il carteggio con Antonio Miari, che rappresentò al Congresso di Vienna l’ordine di Malta e nelle sue lettere fornisce una puntuale resoconto dell’assemblea. Ultimo personaggio di rilievo della famiglia DeLazara, Giovanni morì nel 1833.

Il ritratto umano che emerge dal carteggio è quello di una personalità aderente alla cultura del suo tempo, fatta di curiosità erudita, amore per il collezionismo, condivisione del sapere, e di stretti rapporti tra intellettuali.