Sei qui: Home Cambio di residenza

Cambio di residenza

PDF  Stampa  E-mail 

Cambio di residenza

Cos’è

La residenza è il luogo in cui si ha la dimora abituale. Si cambia la residenza quando si cambia la dimora abituale all’interno dello stesso Comune di residenza (detto anche cambio di indirizzo), oppure quando ci si sposta da un Comune per andare ad abitare in un altro Comune, oppure quando si viene in Italia dall’estero. Il cambio di residenza si dichiara nel Comune in cui si va ad abitare.

A chi interessa:
A tutti coloro che cambiano abitazione all'interno del Comune, oppure provengono da un altro Comune o dall'estero e vogliono iscriversi all'Anagrafe di Lendinara.

Dichiarazione di residenza
L'art. 5 del decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito in legge 4 aprile 2012, n. 35, ha introdotto nuove disposizioni in materia anagrafica introducendo il c.d. "cambio di residenza in tempo reale".
Le nuove norme semplificano le modalità di presentazione delle istanze di variazione anagrafica (consentendo anche l'invio tramite fax, raccomandata o posta elettronica) e permettono di ottenere il cambio di residenza in tempi brevi (2 giorni lavorativi).

1- presentato personalmente con un documento d’identità valido allo Sportello dell’Anagrafe sito in Via G.B. Conti 26 -  tel. 0425-605633/  605634/ 605635

2- per raccomandata indirizzata a: Comune di Lendinara - Ufficio Anagrafe - via G.B.Conti 26     Lendinara, allegando copia di un documento di identità;

3- via fax al numero 0425 605636, allegando copia di un documento di identità;

4- per via telematica all'indirizzo di posta elettronica  
    Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

    ad una delle seguenti condizioni

- che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
- che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;
- che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento di identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.

La Dichiarazione di residenza deve essere completa di:

- indicazione del Comune/ Stato estero di provenienza (in caso di nuova iscrizione) o indicazione di cambio di abitazione o altro motivo;

- tutti i dati evidenziati nel modulo con un asterisco quali dati obbligatori;

- firma di tutti i componenti maggiorenni del nucleo familiare, nonché fotocopia dei documenti di identità di tutti i componenti che si trasferiscono;

- Documentazione necessaria da presentare per attestare la legittima occupazione di immobile
L’art. 5 del decreto legge n. 47 del 28 marzo 2014, convertito in legge n. 80 del 23 maggio 2014,   prevede che:

"Chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l'allacciamento a pubblici servizi in relazione all'immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge".
In applicazione di tale norma di legge, la circolare del Ministero dell’Interno n. 14 del 6 agosto 2014 ha adeguato l'apposito modulo Allegato 1 - Dichiarazione di residenza pdf.

La dichiarazione di cambio di residenza può essere effettuata da un qualsiasi componente della famiglia coinvolto nel cambio di residenza (purché maggiorenne). Alla dichiarazione deve essere allegata fotocopia del documento di identità del richiedente e di tutte le persone coinvolte nel cambio di residenza che, se maggiorenni, devono firmare il modulo.

Eventuale documentazione da allegare
Il cittadino proveniente dall’estero, ai fini della registrazione in anagrafe del rapporto di parentela con altri componenti della famiglia, deve allegare la relativa documentazione, in regola con le disposizioni in materia di traduzione e legalizzazione dei documenti.
Il cittadino di Stato non appartenente all'Unione Europea deve allegare la documentazione indicata nell'allegato A).
Il cittadino di Stato appartenente all'Unione Europa deve allegare la documentazione indicata nell'allegato B).

Compiti dell'ufficio ricevente
L'ufficio anagrafe rilascia all'interessato, contestualmente alla presentazione della dichiarazione, la comunicazione di avvio del procedimento, informandolo degli accertamenti che verranno svolti a seguito della dichiarazione resa.
L'ufficio procede tempestivamente, e comunque entro i 2 (DUE) giorni lavorativi successivi alla presentazione della dichiarazione, a registrare le conseguenti variazioni, con decorrenza dalla data di presentazione delle dichiarazioni medesime.

Conclusione del procedimento
Entro 45 giorni dalla presentazione della dichiarazione, il Comune verifica i requisiti, anche attraverso accertamenti svolti dalla polizia municipale.

- Se il procedimento di cambio di residenza si conclude positivamente, il Comune non trasmetterà alcuna comunicazione all’interessato e l'iscrizione (o la registrazione) si intenderà confermata.

- In caso di mancanza dei requisiti cui è subordinata l'iscrizione o nel caso in cui gli accertamenti abbiano dato esito negativo, l’ufficio anagrafe provvederà a comunicare all'interessato i requisiti mancanti o gli accertamenti negativi svolti. Entro 10 giorni dalla comunicazione, l’interessato potrà presentare le proprie osservazioni.

- In caso di mancato accoglimento della richiesta, il Comune provvederà a ripristinare la posizione anagrafica precedente, annullando l’iscrizione.

- In caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero, il dichiarante decade dai benefici nel frattempo conseguiti per effetto della dichiarazione e il fatto verrà segnalato alle autorità di pubblica sicurezza.