Sei qui: Home Muoversi con un mezzo di trasporto Polizia Locale

Polizia Locale

4° Settore - Area Vigilanza - Comandante: Vice Commissario Sghinolfi Mario
Assessore alla Polizia Locale: Il Sindaco Viaro Luigi
Assessore alle Politiche per la Sicurezza: Il Sindaco Viaro Luigi

Insegna

sede Sede: Piazza Risorgimento, 2

telefono Tel.: 0425 605620

fax Fax: 0425 601672

Cellulare Cell.: 328 8021612  NUMERO PER LE EMERGENZE

email E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

pec PEC: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


pago pa home p lServizio visualizzazione Verbali e Pagamento Sanzioni


Sportello Polizia Locale:

 sede Piazza Risorgimento - Loggia Comunale
 telefono Tel. 0425 605620
 email e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
                                                                  
 orologio Orario apertura pubblico Sportello Polizia Locale

         Lunedì - Mercoledì - Venerdì, dalle 10.00 alle 13.00 (orari al pubblico non in emergenza COVID)

ATTENZIONE: VARIAZIONE ORARIO UFFICI CAUSA EMERGENZA COVID-19
Verifica le ordinanze pubblicate nell'articolo: Avvisi e Comunicati rivolti alla cittadinanza in merito a Coronavirus


 Il Comando Polizia Locale di Lendinara è composto dai seguenti addetti:

Comandante      Gradocom

1 Vice Istruttore Gradovice

2 Assistenti       Gradoassi

3 Agenti Scelti   Gradoagente

1 Assistente Amministrativo


Dotazione tecnica del Comando

Uffici:
Ogni postazione di lavoro è dotata di Personal Computer, collegati in rete, per la gestione di ogni attività lavorativa.    Stemmadist
Ogni PC è dotato di gestione Posta elettronica, accesso ad Internet.
E’ disponibile l’accesso alle banche dati (Sistema Informativo della Motorizzazione, Siatel, Anagrafe residenti, Ancitel-Pra), gestione informatizzata dei processi sanzionatori.

I veicoli in dotazione al Corpo sono:

1.      1 Fiat Punto

2.      1 Fiat Bravo

Altre attrezzature: 1 Precursore, 1 Etilometro, 1 Telelaser, 2 Macchine fotografiche digitali, 1 computer portatile.


La Polizia Locale è disciplinata in ambito nazionale dalla Legge Quadro sull’ordinamento della Polizia Municipale n. 65 del 7 marzo 1986, la quale stabilisce che comuni svolgono le funzioni di polizia locale e a tal fine può essere appositamente organizzato un servizio di polizia municipale.

Il Sindaco o l’assessore da lui delegato impartisce le direttive per lo svolgimento delle funzioni di Polizia Locale, vigila sull’espletamento del servizio e adotta i provvedimenti previsti dalle leggi e dai regolamenti.
La Regione Veneto con la legge regionale 9 Agosto 1988 n.40 ha stabilito le line guida in materia di Polizia Locale, con la quale ha previsto l’ incentivazione di forme associative e di collaborazione per lo svolgimento del servizio di Polizia Locale.
I comuni esercitano le funzioni di polizia locale, urbana e rurale, di polizia amministrativa e ogni altra attività di polizia, nelle materie di propria competenza e in quelle a essi delegate.
L’art.4 della Legge Regionale n.40 del 1988 ha stabilito i compiti degli addetti ai servizi di Polizia Locale, da svolgere nell’ambito territoriale dell’ente di appartenenza:

Uniforme

  • prevenire e reprimere le infrazioni alle norme di polizia locale;
  • vigilare sull’osservanza delle leggi statali e regionali, dei regolamenti e delle ordinanze la cui esecuzione è di competenza della polizia   locale, urbana e rurale;
  • svolgere i servizi di polizia stradale attribuiti dalla legge alla polizia municipale;
  • espletare i servizi di informazione, di accertamento e di rilevazione connessi ai compiti d' istituto;
  • vigilare sull’integrità e conservazione del patrimonio pubblico;
  • prestare servizi d' ordine, vigilanza e scorta necessari per l’espletamento di attività e compiti istituzionali degli enti di appartenenza;
  • svolgere le funzioni di polizia giudiziaria e le funzioni ausiliari di pubblica sicurezza ai sensi dell’articolo 5 della legge 7 marzo 1986, n. 65, nell’ambito delle proprie attribuzioni, nei limiti e nelle forme di legge;
  • prestare opera di soccorso in occasione di calamità e disastri e privati infortuni;
  • svolgere ogni altra funzione allo stesso demandata nei limiti di legge dai regolamenti locali.

Il Corpo di Polizia Locale è preposto anche ad altri servizi quali quelli di cerimoniale e di rappresentanza (ad esempio scorta il Gonfalone della Città) e la vigilanza sul corretto utilizzo dei beni pubblici da parte dei cittadini.


 

Rilascio relazione di incidente o danneggiamenti

PDF  Stampa  E-mail 

IncidenteRitiro copie di atti relativi ai rilievi di incidente stradale e relazioni di servizio
Al termine di ogni loro intervento, gli appartenenti al Comando di Polizia Locale provvederanno a redigere un rapporto che riporta il rilievo tecnico del sinistro al quale potranno essere allegati il rilevo fotografico e planimetrico del luogo del sinistro.
Relazioni di incidente e relazioni inerenti a danneggiamento di veicoli causati da buche o altro sulla sede stradale, possono essere acquisite dalle parti legittimamente interessate (persone direttamente coinvolte, proprietari, conducenti, compagnie di assicurazione) presso il Comando Polizia Locale sito in Piazza Risorgimento n. 2 .

Copia del rapporto potrà essere rilasciata anche a studi legali, agenzie di infortunistica stradale, muniti di delega scritta del loro cliente rimasto coinvolto nel sinistro.

I periti assicurativi che necessitano di informazioni inerenti incidenti stradali dovranno previamente contattare il Comando telefonicamente, per fissare  un appuntamento al fine del rilascio dei dati stabiliti dall’art.11 c.4 del Codice della strada.

La domanda, presente nell’apposita sezione dell’home page del sito del Comune di Lendinara (modulistica), consentirà il rilascio in carta libera del rapporto di incidente stradale con la seguente tempistica:

  • Incidenti con soli danni a cose entro 30 gg dal ricevimento della domanda;
  • Incidenti con feriti (previa presentazione di apposito Nulla Osta rilasciato dalla Procura della Repubblica  di Rovigo attestante l’assenza di querele e comunque non prima di 120 gg);
  • Incidenti con prognosi riservata o mortali (previa presentazione di apposito Nulla Osta rilasciato dalla Procura della Repubblica di Rovigo attestante l’assenza di querele e comunque non prima di 120 gg).

Il ritiro è consentito anche ad altra persona incaricata dall'interessato, munita di proprio documento di identificazione, con delega sottoscritta dal delegante, in carta libera, e fotocopia di un documento di identificazione dello stesso delegante.

Gli atti relativi agli incidenti stradali  si possono ritirare non appena materialmente disponibili (tempo tecnico necessario alla loro stesura) e previo pagamento delle spese.

Spese per ottenere i rapporti

Le spese per il rilascio dei rapporti sono stabilite con Delibera della Giunta Comunale in (pagine A3 o A4): € 5,00 fino 10 pagine; € 8,00 fino a 20 pagine; oltre 21 pagine € 15,00; € 5,00 per ogni copia del rilievo planimetrico in formato superiore ad A3; diritto di ricerca per ciascun atto: € 1,00 per l’archivio corrente (anno in corso); € 3,00 archivio di deposito; € 5,00 archivio storico.

Al fine di verificare la reale disponibilita' dei documenti che interessano, presso il Comando Polizia Locale, si suggerisce di contattare il numero telefonico 0425/605620

Modulo per la richiesta di rilascio del rapporto di incidente stradale

 

Polizia Amministrativa

PDF  Stampa  E-mail 

La Polizia Locale effettua attività di prevenzione e repressione degli illeciti amministrativi derivanti dalla violazione di leggi, regolamenti e provvedimenti statali, regionali e locali. Istruisce, verifica e concede numerosi tipi di autorizzazioni.

Municipio

Le funzioni di polizia amministrativa:

  • Servizi di accertamento e rilevazione delle sanzioni amministrative;
  • Rilascio di nulla osta, concessioni e autorizzazioni;
  • Verifica del rispetto delle norme relative ai prezzi di consumo, agli orari di apertura e chiusura dei negozi, alle norme igienico-sanitarie, all'occupazione di suolo pubblico, al commercio abusivo, alla pubblicità e alle affissioni;
  • Controllo sull'attività urbanistico-edilizia del territorio per assicurare la rispondenza alle leggi in materia di costruzioni, demolizioni e restauri;
  • Difesa del patrimonio ambientale attraverso il controllo dei comportamenti dannosi;
  • Gestione dei conflitti tra privati intervenendo come organo mediatore;
  • Gestione del Rapporto con il pubblico, per fornire informazioni e consigli sulla sicurezza urbana e la circolazione stradale a chi si presenta in ufficio o contatta telefonicamente gli uffici.
Quando può servire?


Quando avete bisogno di richiedere permessi di transito su strade in cui vige il divieto di circolazione, per l’occupazione del suolo pubblico per feste o manifestazioni, per la posa di impalcature edili, per pubblici esercizi e/o commerciali, quando dovete circolare con mezzi speciali, quando avete il sospetto che siano violate le norme di tutela dei consumatori o volete far rispettare norme sui prezzi, su orari di chiusura e apertura dei locali pubblici, quando sospettate violazioni di norme a tutela dell’ambiente o del commercio ambulante o quando avete bisogno di consigli o informazioni.

Veicolo abbandonato?
Invia una segnalazione alla Polizia Locale!
I veicoli abbandonati sono pericolosi per le persone e per l’ambiente. Questi rottami contribuiscono a creare un senso di degrado e di incuria. E’ perciò utile intervenire immediatamente per controllare la situazione e rimuovere tali rifiuti. I cittadini sono pertanto invitati a segnalare alla Polizia Locale la presenza di un veicolo abbandonato. I dati personali forniti da chi ha effettuato la segnalazione non verranno utilizzati per altri fini e verranno automaticamente cancellati una volta terminati i controlli e definita la procedura, indipendentemente dal fatto che il veicolo sia stato recuperato o meno.
Ai fini del recupero di veicoli abbandonati su area pubblica, si distinguono in (art. 1, D.M. 22-10-1999 n. 460):

  • veicolo abbandonato: senza targa e privo di parti essenziali per il funzionamento;
  • veicolo formalmente abbandonato: ad esempio il veicolo in divieto di sosta da oltre 60 giorni.

Gli organi di Polizia, ricevuta la segnalazione, devono perciò procedere ad una serie di accertamenti per verificare in quale delle due precedenti situazioni il veicolo si trovi. Devono inoltre verificare l’eventuale pendenza di furto, l’identità del proprietario, la sua raggiungibilità. Da qui decorre il termine di 60 giorni, ai quali si aggiungono i tempi delle notifiche. Una volta accertato lo stato di abbandono, il mezzo potrà venire rimosso e conferito ad un Centro di Raccolta autorizzato, che provvederà a rottamarlo e al recupero dei materiali, previa cancellazione dal pubblico registro automobilistico (P.R.A.).
Si rammenta che trascorsi sessanta giorni dalla notificazione, ovvero, qualora non sia identificabile il proprietario, dal rinvenimento, senza che il veicolo sia stato reclamato dagli aventi diritto, lo stesso si considera cosa abbandonata ai sensi dell’art. 923 del codice civile.

 

Persone Invalide

PDF  Stampa  E-mail 

Che cos'è

InvalidiBreve descrizione

E’ un tagliando che permette alle persone disabili di usufruire di facilitazioni nella circolazione e nella sosta dei veicoli.
Il contrassegno è strettamente personale (utilizzabile quindi solo in presenza dell'intestatario), non è vincolato ad uno specifico veicolo, né subordinato al possesso della patente di guida. 
E’ sufficiente che l'intestatario lo esponga sul parabrezza del veicolo quando è alla guida o è accompagnato da terzi.
Se il contrassegno non è esposto il veicolo non è mai autorizzato a sostare o circolare usufruendo delle deroghe di cui al punto successivo e sarà quindi sanzionato di conseguenza. Nemmeno la produzione successiva del contrassegno con la dichiarazione del titolare consentirà l’annullamento del verbale, poiché è solo l'esposizione del titolo personale che garantisce la concessione delle particolari agevolazioni riconosciute dalla legge. In tal senso si è pronunciata anche la Corte di Cassazione civile con sentenza del 4 maggio 2005, n. 8425.
Il contrassegno invalidi, se esposto sul veicolo al servizio effettivo del titolare dello stesso e sempre che la sosta non rechi grave intralcio permette di:
- sostare negli spazi riservati ai veicoli delle persone disabili (tranne nelle aree di parcheggio "personalizzate");
- sostare senza limitazioni di tempo nelle aree di parcheggio a tempo determinato;
Il contrassegno invalidi, anche se esposto, non autorizza alla sosta nei luoghi dove questa è vietata dalle principali norme di comportamento (marciapiedi, spazi per i mezzi pubblici, in corrispondenza o prossimità delle intersezioni, contro il senso di marcia, sugli attraversamenti pedonali e ciclabili, sulle piste ciclabili, negli spazi riservati ai mezzi di soccorso e di polizia, etc e in ogni luogo dove la sosta rechi comunque grave intralcio).
La durata del contrassegno dipende dal periodo indicato nel certificato del medico legale. La durata massima è di 5 anni anche se l'invalidità è permanente.

 

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

RILASCIO
Per richiedere il contrassegno:
1) recarsi presso l’Ufficio Medico-Legale del Punto Sanità di Lendinara – Ulss 18 al fine di ottenere la relativa certificazione medica. Il medico rilascia il certificato che riporta il parere favorevole al rilascio e l’indicazione della durata.  (prima accertarsi dei giorni e degli orari in cui è possibile recarsi presso il predetto ufficio chiamando il CUP) .
2) il certificato va consegnato al Comando Polizia Locale di Lendinara corredato di apposita domanda scaricabile dall’apposita sezione della Homepage del sito del Comune (modulistica).
Dopo all’incirca 3-4 giorni, è possibile ritirare il contrassegno presso il Comando Polizia Locale.

DUPLICATO (FURTO/SMARRIMENTO) 
Presentarsi al Comando Polizia Locale con la denuncia fatta ad un qualsiasi ufficio di Polizia. 

RINNOVO
Nel caso di permesso permanente (da rinnovare ogni 5 anni) basta presentarsi al Comando Polizia Locale con il certificato del medico curante che attesta che le condizioni di invalidità rilevate dal medico legale sono ancora presenti. 
Nel caso di permessi provvisori (meno di 5 anni) occorre il certificato del medico legale rilasciato dal Punto Sanità di Lendinara.
Anche in caso di rinnovo occorre allegare al certificato medico l'apposita domanda liberamente scaricabile sempre dall'apposita sezione della modulistica del sito.
 
DOCUMENTI DA PRESENTARE
Certificato rilasciato dal medico legale (o dal medico curante in caso di rinnovo del permesso permanente da rinnovare ogni 5 anni).
 
MODALITA' DI PAGAMENTO
Il rilascio del contrassegno è gratuito.
 
TEMPI E ITER DELLA PRATICA
Il contrassegno viene rilasciato 3-4 giorni dopo aver presentato la certificazione medica.
 

Obbligo di avere a bordo del veicolo le catene o dell’uso dei pneumatici invernali

PDF  Stampa  E-mail 

pneumatici_neve_ss

Facendo seguito alle continue richieste di chiarimenti pervenute dalla Cittadinanza, inerenti l'obbligo di avere a bordo le catene da neve o di montare gli speciali pneumatici invernali, come riportato da parecchi organi di stampa, si ritiene opportuno riportare qui di seguito quanto previsto dalla normativa attuale del Codice della strada...

 
Altri articoli...
Pagina 7 di 9