Sei qui: Home Polizia Locale Autovelox

Autovelox

PDF  Stampa  E-mail 

Postazioni fisse di rilevamento della velocità

segnali

Le postazioni fisse di rilevamento delle infrazioni all’art. 142 del Codice della Strada (velocità), sono posizionate in via Polesana Rovigo (S.R. 88) al Km. 10+650, su via Polesana per Badia (S.R. 88) al Km. 14+950 e su via Valli (S.P. 17) al Km. 4+520.
Le postazioni fisse, giova ricordarlo, trovano il loro fondamento legislativo, nel D.L. 20 giugno 2002, n. 121, convertito con modifiche dalla legge 1° agosto 2002, n. 168. 
I tratti di strada in cui sono state installate le postazioni sono inoltre, come previsto dalla citata normativa, individuate con decreto del Prefetto, sulla base del tipo, delle caratteristiche della strada e dell’incindentalità verificatasi.
La legge inoltre prevede il rilevamento in modo automatico delle violazioni senza l’obbligo quindi della presenza sul posto degli agenti accertatori.
Per quanto riguarda le apparecchiature impiegate nelle tre postazioni le stesse sono del tipo Traffiphot III – SR; sono munite di tutte le certificazioni previste: in particolare della omologazione ministeriale (n. 4130 del 24.12.2004) e di specifico certificato di taratura. 
I rilievi, per quanto le apparecchiature possano effettuare i rilievi nei due sensi di marcia, vengono effettuati solo in entrata in direzione Lendinara, con funzionamento anche notturno ed in condizioni di scarsa visibilità.
Le postazioni inoltre recepiscono in toto la “Direttiva Maroni” avente per oggetto le modalità di rilevazione e la visibilità delle postazioni, sia fisse, come nel caso in specie, che mobili.
Per i rilievi effettuati con le modalità in postazione fissa, quindi senza la presenza degli agenti, non vi è l’obbligo della contestazione immediata (cfr. art. 201 C.d.S. comma 1 bis lett. f); la notificazione delle violazioni accertate deve avvenire entro 90 giorni dalla data della commessa violazione (la notificazione verrà effettuata all’intestatario del veicolo).
Va da ultimo rammentato, a prescindere dalla facili allusioni che si possono formulare, che la legge che consente questo tipo di rilievi si è posta come obbiettivo primario quello di ridurre gli incidenti e le vittime della strada, a livello di direttiva europea; gli ultimi dati a livello nazionale ed europeo dicono che un calo di incidenti c’è stato anche se francamente si auspicava una riduzione maggiore (vedasi ad esempio i controlli della velocità con il sistema “tutor” in vigore sulla rete autostradale). Questo per dire che non è vero che questi dispositivi vengono installati unicamente per “fare cassa” come si sente tropo spesso dire. A conferma di ciò il fatto che il Comune di Lendinara abbia deciso di continuare con questo tipo di attività nonostante la normativa attuale preveda (in attesa dell’emanazione del decreto attuativo) che il 50% dei proventi di si fatta fattispecie siano destinati, non all’ente accertatore (comune), ma bensì agli enti proprietari delle strade (nel nostro caso Veneto Strade e Amministrazione Provinciale).

Certificati di taratura apparecchiature (data emissione 27/01/2017):
Postazione di Via Polesana per Badiapdf
Postazione di Via Polesana Rovigopdf
Posatzione di Via Vallipdf