Evento n. 139 dalla riapertura (2 settembre 2007)

prosa_2011_2012_locandina_r   confidenze_troppo_intime_r

18 febbraio 2012 - ore 21


Quinto ed ultimo appuntamento
Confidenze troppo intime...

Sabato 18 febbraio 2012 - ore 21 - Teatro Comunale Ballarin

valla_anna_rr

ANNA VALLE
CONFIDENZE TROPPO INTIME

di Jérôme Tonnerre
traduzione di David Conati
con Anna Valle. Aristide Genovese, Anna Zago, Ulisse Lendaro
Regia di Piergiorgio Piccoli
Theama Teatro 

La triste e misteriosa Anna, senza essersi resa conto di aver sbagliato porta, si infila nello studio del depresso consulente finanziario William convinta di essere entrata nello studio di uno psichiatra e inizia a raccontargli i suoi segreti più intimi, i suoi problemi sessuali, le sue pulsioni erotiche. Non avendo il coraggio di rivelarle la sua vera identità, eccitato e colpito dalle confidenze di Anna, William ascolterà incredulo quelle confessioni e così, nei giorni successivi, seguono altri appuntamenti... In questo assurdo e divertente menage, lo scambio di persona è solo un pretesto per giustificare un capriccio recondito (rivelare i segreti più intimi ad uno sconosciuto) e l'equivoco, com'è giusto che sia, viene ben presto svelato. Gli incontri tra Anna e William però continuano fino a diventare un'importante molla per il cambiamento di entrambi, mentre nuove sensazioni cominciano ad agitarsi dentro di loro. Ne nasce un rapporto ambiguo e sempre più intenso, che resiste alla rivelazione della vera identità di William ma vacilla quando si comincia a parlare del marito di Anna. Un intreccio geometrico e comicamente pungente in cui tutti nascondono qualcosa e si affidano agli errori e agli equivoci per fare emergere i sentimenti più veri. L’ amore è visto come rifugio dal mondo, anche dalle donne il cui dramma pare essere quello di non essere sufficientemente desiderate.

I PERSONAGGI
Anna ha dimenticato il brivido di una mano che le accarezza la pelle perché un banale incidente, da lei stessa provocato, ha spento suo marito rendendolo zoppo e derubandolo della passione. Così si è convinta che la libertà sia ritrovare lui e la sua concupiscenza dimenticata. William vive da sempre in una casa che è anche il suo studio, con un’evidente difficoltà nel superare lo stadio infantile. E' tutto in ordine nella sua vita: i mobili spolverati scrupolosamente ogni giorno, la scrivania organizzata con estrema precisione e la cravatta ben annodata da indossare anche di domenica. Impossibile è però riempire i vuoti aggrappandosi alla sicurezza degli oggetti. Sarà Anna, inconsapevolmente, a tirarlo fuori da una casa che col tempo si è trasformata in gabbia, non senza una grottesca comicità. E’ di fondamento allo spettacolo il tema della comunicazione tra uomo e donna, labirinto rigoglioso di difficoltà da risolvere nella gioia dello scoprirsi passo dopo passo. La distanza tra un uomo e una donna viene spesso riempita dal silenzio, mentre nel rincorrere le parole si finisce per mordersi la coda.

ANNA VALLE - Biografia
Anna, romana di nascita e siciliana d’adozione, ha la sua prima esperienza recitativa nella suggestiva cornice del Teatro Greco di Siracusa, durante i primi anni del Liceo. Ma è con Le faremo tanto male di Pino Quartullo che inizia la sua carriera professionale di attrice, recitando accanto a Stefania Sandrelli. Subito dopo viene notata dall’amato regista Giorgio Capitani e scelta dalla produttrice Edwige Fenech come una delle protagoniste del grandissimo successo televisivo “Commesse”.
È da questo momento che l’allora ventiduenne ex Miss Italia comincia il suo cammino professionale più fortunato, passando da una fiction all’altra: “Turbo” di Antonio Bonifacio,”Tutti per Uno” di De Sisti, “Giochi Pericolosi” di Alfredo Angeli con Antonio Catania e Laura Morante, “Trillennuim”, serie in tre puntate italo-tedesca, fino a guadagnarsi nel 2002 l’ambita statuetta del Telegatto per “Cuore”, fiction in sei puntate, diretta da Maurizio Zaccaro, basata sul romanzo di De Amicis, dove interpreta il ruolo della Maestrina dalla Penna Rossa. Nello stesso anno ad Anna viene assegnata la “Telegrolla” come Miglior Attrice di Fiction, dopo essere stata apprezzata dal pubblico televisivo per il ruolo di Paola in “Per amore”, con Remo Girone e una doppia regia di Maria Carmela Cincinnati e Peter Exacoustos. Anna torna a lavorare con Capitani ne “Il Papa Buono, Giovanni 23” e ne “La Memoria e il Perdono” affiancando Virna Lisi in un film sul dramma dei desaparecidos.
Il 2003 conta due grandi produzioni internazionali: “Augustus” dell’americano Roger Young, dove è una splendida e spietata Cleopatra, con Peter O’Tool, e l’indimenticabile “Soraya”, dove racconta al grande pubblico la storia della “Principessa dagli occhi tristi” e la fine della sua storia d’amore con lo Scià di Persia, regia di Lodovico Gasparini. Nel 2004 è la protagonista dell’amata fiction in dodici puntate “Le Stagioni del Cuore”, con Alessandro Gassmann, per la regia di Antonello Grimaldi. Nel 2005, Capitani la vorrà nel ruolo di Jackie Kennedy nel suo “Callas Onassis”. L’anno dopo Anna si cimenta anche come produttrice accanto al giovane produttore Ulisse Lendaro nell’action comedy Miss Take, diretta da Filippo Cipriano e distribuita nelle sale da Millennim Storm nel 2008. Nello stesso anno la vediamo sempre al cinema con Solo Metro, film prodotto da Michele Placido, per la regia di Marco Cucurnia e distribuito dall’istituto Luce, e ancora in sala con il colossal Carnera: The Walking Mountain di Renzo Martinelli, dove presta il volto a Pina Kovavich, moglie del pugile.
Nel film in due puntate “Era mio fratello”, diretto da Claudio Bonivento, è l’unica presenza femminile accanto a Stefanio Dionisi, Paolo Briguglia e Massimo Ghini in una storia di malavita. È al fianco di Sergio Castellitto, diretta da Carlo Carlei, in “Fuga per la Libertà”, la storia di Massimo Teglio, eroe italiano che salvò la vita a centinaia di ebrei perseguitati. La prossima stagione la vedremo nei panni della nuova protagonista femminile della terza serie di “Nebbie e Delitti” con Luca Barbareschi, per la regia di Gianpaolo Tescari.

PIERGIORGIO PICCOLI - Biografia
Operatore nel campo teatrale dal 1980. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti nazionali ed ha partecipato a importanti produzioni in Italia e all’estero, affrontando numerosissimi testi del repertorio classico, contemporaneo e popolare. Nel 2001 fonda “Theama Teatro” occupandosi di formazione, produzione ed organizzazione di eventi e rassegne, realizzando almeno una ventina di spettacoli teatrali. Ha effettuato seminari e rappresentazioni in Italia e all’Estero, ha allestito numerosi spettacoli al Teatro Olimpico di Vicenza ed in altre prestigiosi teatri nazionali. Presta frequentemente la sua opera come docente per accademie, scuole e seminari teatrali e opera anche nel campo della formazione e della comunicazione aziendale utilizzando metodi strettamente legati all’espressione teatrale. Le ultime produzioni che ha diretto sono: la commedia “L’anatra all’arancia”, l’opera “Maria de Buenos Aires” con il maestro Marco Tezza, il musical “Oscuro e la strega” con Giò di Tonno, “Nel nome della madre” di Erri De Luca con Anna Zago e “Amleto” con Maximilian Nisi e Maria Letizia Gorga che ha debuttato al Festival di Borgio Verezzi 2009.

ARISTIDE GENOVESE
Nel 1987 si diploma alla Scuola Regionale di Teatro del Veneto ed avvia una intensa attività teatrale come attore, regista e formatore. Nel 2001 fonda, insieme a Piccoli e Zago, la compagnia Theama Teatro.
ANNA ZAGO
Attrice di formazione classica, laureata in Architettura presso lo IUAV di Venezia, si è specializzata in varie forme di espressione teatrale. Nel 2001 fonda insieme a Piccoli e Genovese la compagna Theama Teatro.
ULISSE LENDARO
La sua principale attività è nel mondo del cinema sia come produttore che come interprete. Tra i suoi lavori i film Still Life (2005) e MissTake (2007) entrambi con la regìa di Filippo Cipriano In teatro ha svolto ruoli di protagonista sia in spettacoli di teatro brillante che in importanti opere di teatro classico al Teatro Olimpico di Vicenza.


credit_cards acquista questo spettacolo On-line

Pieghevole programma stagione 2011/12 pdf

Locandina stagione 2011/12 pdf

Locandina spettacolo pdf 


PREZZI BIGLIETTI
Intero € 22,00 - Ridotto € 17,00 - Studenti € 11,00



RIDUZIONI
Biglietti ridotti per i giovani fino ai 25 anni e adulti con più di 65 anni.


I biglietti possono essere acquistati presso:

Ufficio I.A.T. - Piazza Risorgimento, 7 - Lendinara
Nuovo orario di apertura al pubblico:
Martedì, Giovedì, Venerdì: 10 - 12,30; 14,30 - 17,45
Mercoledì: 10 - 12,30; 14,30 - 17,45; 19,30 - 22,30
Sabato: 10 - 12,30; 15,30 - 18,30 
Domenica: 15,30 - 18,30
telefono tel. e fax fax 0425 642389
email e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Teatro Comunale Ballarin - Via G. B. Conti, 4 - Lendinara
i giorni degli spettacoli dalle ore 18,30
telefono tel. 0425 642552

On-line su http://www.vivaticket.it - http://www.helloticket.it
per telefono 800 907080 (n. verde nazionale) +39 06 48078400 (n. internazionale e da cellulari).

Per informazioni: email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.